Mi consigliate se è meglio avviare un'attività in società oppure fare tutto da soli.

 15/06/2014 19:53:22 (modificato)
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
18 commenti
astore

astore10607

Ciao, nicoladegiosa81, i soci di un’intrapresa sono importanti soprattutto se non si dispone dei capitali necessari per portare a compimento l’idea imprenditoriale o per farla crescere oltre le proprie capacità finanziarie. Con i soci si condividono costi, spese e, ovviamente, anche gli utili. Ci possono essere soci che apportano specifiche competenze ma fondamentalmente i motivi che spingono a mettere in piedi una società sono di carattere finanziario.

Se non hai questo tipo di esigenze potrebbe essere conveniente operare con una ditta individuale.

Ciao.

 15/06/2014 21:23:05
Ciao @nicoladegiosa81. La scelta dipende dalla natura dell'impresa. Se il fatturato previsto e gli impianti necessari dovranno essere di grandi dimensioni è sempre meglio dividere l'impegno e il peso della conduzione. Se viceversa è una piccola impresa o un'impresa artigiana si può benissimo puntare sull'impresa individuale considerando poi che il diritto attualmente prevede anche la figura giuridica della società a responsabilità limitata con unico socio. Puoi informarti direttamente anche sul web per esempio qui http://www.professionisti.it › ... › Società a responsabilità limitata 
 15/06/2014 21:27:14
lordmax

lordmax40386

T&P; DBA, Tech coach per scrittori, game designer

Per fare cosa?


Ma dare delle informazioni complete vi fa proprio male?

Vi viene l'orticaria, vi cadono le mani, venite "maltrattati" (modificato su richiesta dei moderatori) da Rocco Siffredi se dite qualcosa di utile per rispondere?

 16/06/2014 07:30:49 (modificato)

 @lordmax, scusa ma c'è proprio bisogno di rispondere in questa maniera?

Sai rispondere, rispondi.

Non sai rispondere non rispondi.


Punto


 16/06/2014 08:01:31
lordmax

lordmax40386

T&P; DBA, Tech coach per scrittori, game designer

A cosa?

Rispondere a cosa?


Se sai rispondere o sai leggere nel pensiero e stai rispondendo a caso ad una cosa a caso che hai pensato tu e che non c'entra niente con la domanda.

 16/06/2014 08:04:01
birillone

birillone156756

magnulli, la risposta di @lordmax, anche se "colorita" nella sua forma originale ha assolutamente senso, almeno per me.

Trovo più difficile invece comprendere il tuo commento dato che quel tipo di atteggiamento, da te ipotizzato, contribuirebbe solo al proliferare di contenuto non chiaro che non porta alla creazione di contenuto utile a tutti.

Se qualcuno si permette di esprimere dissenso e motivarlo è proprio perchè è in grado di rispondere  ma di fronte a discussioni non chiare e prive di dettagli non può permettersi ( e probabilmente non vuole nemmeno, ed ha ragione ) leggere nel pensiero di chi pone una domanda.

Mi auguro che chi ha dato i downvote, se derivavano solo dal termine che ha utilizzato, provvedano a rimuoverli dato che ora lo ha modificato.

Io gli ho assegnato il mio voto utile perchè concordo pienamente con ciò che ha espresso.


Punto :)


 16/06/2014 09:00:45

E' vero fino ad un certo punto,  in quanto alcuni, compreso me le risposte le hanno date e anche a senso.

Quindi di fronte ad una domanda che si può ritenere incompleta o non si è in grado di comprendere  ci sono solo due cose da fare:

- non rispondere

- chiedere cortesemente maggiori chiarimenti evitando quanto da te lamentato e cioè " al proliferare di contenuto non chiaro che non porta alla creazione di contenuto utile a tutti."


Speravo che Quag fosse migliore di altri social invece l'atteggiamento conformista è presente anche qui. Ha ragione chi sbaglia, chi cerca di migliorare le cose viene penalizzato. Complimenti !



 16/06/2014 17:38:40
lordmax

lordmax40386

T&P; DBA, Tech coach per scrittori, game designer

Hai ragione.


Ha ragione chi sbaglia facendo finta che la domanda abbia senso e rispondendo a caso: tu

Ha torto e viene penalizzato chi cerca di migliorare le cose chiedendo che fin dall'inizio le domande siano corrette e informative: Io


^___^

 16/06/2014 18:32:36

Ci sono molti modi per rispondere. Mi rendo conto di non aver fatto una domanda chiara a tutti. Ma alcuni sono riusciti ad iterpretarla e comunque a darmi una risposta. Potevi chiedermi di essere più chiaro ed in base alle mie capacità, mi sarei sforzato di rendere l'idea-il pensiero. Non sono un professionista e nemmeno "lord", ma sono qui per accrescere il mio sapere e comunque la libertà (di condividere) è partecipazione. Un po' meno saccente e ostile la prossima volta. Grazie a tutti e se ho fatto perdere tempo a qualcuno mi dispiace.

 16/06/2014 19:07:45
birillone

birillone156756

magnulli, quale sarebbe il punto preciso sino a che sarebbe vero secondo te?

 Le risposte si possono dare a qualunque cosa e sta nell'attenzione e precisione di colui che vuole dare la risposta migliore porsi il problema/dubbio di chiedere maggiori dettagli quando ci si trova dinanzi ad una situazione in cui ciò che viene chiesto è troppo vago e quidni non utile.

Non a caso esistono i commenti alla domanda con i quali chiedere maggiori chiarimenti per interagire direttamente con colui che l'ha posta e non a caso si sono letti interventi che non potevano che basarsi sull'interpretazione.

Sino a che non saremo dotati di sesto senso e/o capacità di leggere il pensiero è alquanto necessario che si diano sempre tutti i dettagli possibili altrimenti il "gioco delle continue domande" per riuscire a giungere alla formulazione corretta è qualcosa che  tende a far "  proliferare contenuto non chiaro che non porta alla creazione di contenuto utile a tutti."

Ribadisco che tra le opzioni che hai posto non accetto in alcun modo la prima dato che non rispondere  significa esattamente fregarsene del luogo in cui si vive una porzione della propria vita digitale ed evidentemente @lordmax ha una sensibbilità sociale tale per cui se trova un pezzo di carta per terra vicino ad un cassonetto si china lo raccoglie e lo getta nel cassonetto al contrario di chi ha invece come primo istinto "fregarsene" a passare oltre ( che equivale al non rispondere da te suggerito ).

la seconda cosa è ciò che ha fatto @lordmax, pur se in maniera colorita e pur non avendo utilizzato la funzione dei commenti alla domanda ma il concetto alla base rimane quello ed io lo ritengo corretto ed anzi doverso se ci si tiene al luogo in cui si è scelto di trascorere del tempo in cui oltretutto le stesse regole del sito chiedono di pubblicare discussoni chiare e di senso compiuto ( se la vuoi leggere è qui insieme ad altre che ci indicano come costruire una discussione ideale che posso solo presumere sia la forma più corretta da adottare nella creazione di una discussione su Quag.  )

Concludo leggendo semplicemente il tuo ultimo paragrafo :


"Speravo che Quag fosse migliore di altri social invece l'atteggiamento conformista è presente anche qui. Ha ragione chi sbaglia, chi cerca di migliorare le cose viene penalizzato. Complimenti !


dicendo che io invece sono proprio contento che su Quag vi sia questo atteggiamento che tu, non si sa su quale base, definisci conformista.

Il conformismo lo vedo quotidianamente su Yahoo Answer o Facebook & C.  ed è guarda caso quello che deriverebbe dal seguire la tua prima cosa  da fare ( non rispondere - cit ) ed addirittura non vedo alcuna penalizzazione nei confronti di chi "ha sbagliato" dato che non vi è stato alcun downvote o alcuna segnalazione, al contrario di quelle ricevute da @lordmax che non sono state rimosse pur avendo lui corretto la sua frase.

La discussione in oggetto, pur se sbagliata ( per usare il tuo termine ) è ancora visibile ed è in attesa che lui la migliori  proprio come hai appena asserito tu stesso per cui ribadisco che non vedo proprio alcuna penalizazione anzi si sta cercando di insegnare a migliorarsi ed utilizzare al meglio questo Social Network dandogli indicazioni e consigli e suggerimenti ( azioni che con il conformismo di cui tu accusi Quag non ci hanno proprio nulla a che fare ) 

bye :)

 17/06/2014 06:59:13

Che complicazione !!!!! che bizantinismi !!!!

Io sono per le cose semplici e chiare e come ho già detto se la domanda non è comprensibile è sufficiente chiedere spiegazioni e chiarimenti a chi l'ha postata (senza ovviamente offendere) .

Per concludere e non ritornare più sull'argomento,   la domanda in questione seppur concisa era comprensibile tantè che ha ricevuto risposte complete e coerenti. E' molto semplice come concetto

sai rispondere rispondi

non sai rispondere non rispondi


Continuo invece a considerare assurdo che chi si permette di offendere solo perchè non è in grado di capire la domanda venga considerato meglio (perché può migliorare) di chi ha cercato di difendere il rispetto del social e di chi ne fa parte.

Che stranezze !!!



 17/06/2014 16:03:31
Giovanni

Giovanni28876

Aziendalista

                                       

Ciao, modifico la mia risposta e provo a dare qualche spunto di riflessione, pur nell’estrema genericità delle valutazioni esprimibili. Io direi, portando tutto a estrema sintesi e appunto come riflessione di partenza da cui dovrà discendere un’analisi ben più approfondita, che devi trovare il giusto equilibrio tra due aspetti basilari:

·         Fare società significa stabilire un rapporto molto vincolante con i tuoi soci, da qualunque punto di vista tu lo voglia osservare: economico, responsabilità, rapporti personali.

·         Fare società significa anche, nel contempo, valutare che tipo di “asset” puoi ottenere dai tuoi soci (soldi? Know-how? Competenze manageriali? Contatti commerciali? Ecc).  

Tra questi due punti fondamentali, ve n’è uno che li accomuna entrambi: la qualità delle persone che scegli come soci. Attenzione che per qualità mi riferisco principalmente a parametri di: serietà, capacità professionali, onestà, sintonia di “intenti”. Non parliamo né di “amici” né di valutazioni fatte su altri elementi (legami affettivi, personali): questi elementi per così dire “soggettivi” possono esistere (esistono) ma non solo quelli gli elementi che devi prendere a riferimento nel “pesare” le figure dei soci (o futuri soci).

Fatte le premesse, direi che:

·         Se il socio mi serve per il suo apporto economico e/o di altri asset: posso pensare di prevedere una forma giuridica e/o altri accordi di governance che circoscrivano il più possibile il ruolo del socio in ragione della sua capacità di apporto. A titolo di esempio: creo una SAS dove io sono l’accomandatario che gestirà l’azienda, i soci accomandanti conferiranno i capitali necessari.

·         Se del socio mi servono i suoi “asset immateriali” (idee, capacità manageriali, ecc) allora prevale la necessità di stabilire adeguati equilibri di gestione manageriale e di coinvolgere i miei soci anche nei processi decisionali e operativi. Allora, il tipo di rapporto, anche a livello societario, potrebbe essere disegnato in forma differente (srl, snc, ecc).

In conclusione: valuta le persone in ragione del contributo fattivo che queste possono dare all’intrapresa (in termini di asset apportabili, avendo giusta e adeguata attenzione agli aspetti di serietà e capacità professionali e morali), tieni sempre  presente che il legame che si stabilisce a livello societario è molto profondo e vincolante.

 16/06/2014 08:06:38 (modificato)
robertoiacobone

robertoiacobone2400

Consulente aziendale

La domanda di Nicola, non è proprio peregrina. Nasconde in realtà, una mentalità e un luogo comune. La mentalità è legata all'individualismo spiccato di tutti gli italiani. Il luogo comune, sicuramente è legato al fatto che spesso si indica la società tra persone, come un luogo di "perdizione", che per volontà "divinatoria", deve per forza trasformarsi in una Srl. Qua scatta la domanda: meglio la ditta individuale, così sono solo, non devo dar di conto a nessuno, costa meno della Srl?


Nicola ha ragione. Solo che è partito dalla fine del discorso. Il principio del discorso è questo: chi, sono. Chi eventualmente saremmo. Cosa dovrei o dovremmo fare. Dove. Con che soldi: di chi? Con quanti soldi. Come parto: ho un progetto. Non ho un progetto. Ho un piano di fattibilità. Non ce l'ho. E via dicendo... 


Allora "Colino", Nicola, anche dal cognome non mi sembri bolognese: se devi fare qualcosa, ti do qualche suggerimento, ma spiegati meglio.    

 16/06/2014 20:05:48

Si sono barese e si metterò insieme i pensieri per essere il più chiaro possibile. Hai carpito a fondo il succo della mia seppur sintetica question. Ringrazio ancora chi come te, cerca di aiutare e non condivido affatto la reazione spropositata di "lord" e di chi gli da ragione.

 16/06/2014 20:30:44
robertoiacobone

robertoiacobone2400

Consulente aziendale

nicoladegiosa81, Ok. Raccogli le idde e poi vediamo di fare il punto. Forza bari... ora che Matarrese non c'è più. Torno allo stadio dopo 25 anni.  
 16/06/2014 20:51:29
birillone

birillone156756

nicoladegiosa81, esistono le citazioni ed è sufficiente utilizzare il tasto @ seguito dal nickname della persona che vuoi citare ed a cui fai riferimento piuttosto che dire " lord " oppure " chi gli da ragione " avresti dovuto indicare @lordmax@birillone per richiamare gli utenti sul tuo commento che valuto fiondamentalmente di scherno nei nostri confronti ma sinceramente il problema io non me lo pongo e mi dispoiace per te che avresti dovuto/potuto cogliere l'occasione per seguire i consigli che ti sono stati dati e costruire una discussione più comprensibile invece di lasciarla ancora come era all'origine e cioè :




Oltre alla funzione precedentemente citata della menzione, che non hai usato in questo tuo commento,vi è anche la funzione della modifica a cui si accede cliccando sulla rotellina in alto a destra e selezionando la voce "modifica




tramite la quale avresti potuto inserire il tuo commento nei dettagli della discussione




permettendo così a tuti i futuri lettori di non dover aprire i commenti della discussione, che non sono visibili in automatico.




facendola quindi apparire, alla prima ed immediata lettura, ancora non chiara.


Detto ciò, personalmente, ritengo le tue ulteriori specificazioni ancora non sufficienti ma ti auguro che qualche altro utente sia in grado di soddisfare la tua curiosità interpretando correttamente le tue necessità.   

 

 17/06/2014 06:59:03

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader