"Io sono colui che sono" cosa significa?

Dio dice di essere ciò che in filosofia si chiama Essere.
Ma cos'è per voi l'Essere?
 12/06/2014 17:20:04
utente anonimo
Aggiungi il tuo commento
26 commenti
FrancescaElin

FrancescaElin365

Liberare i pensieri

L'amore è mi disse mio padre una volta, l'amore è. (punto)
Essere=essenza dell'amore?

 12/06/2014 19:32:56
Alerage

Alerage24849

musicista fallito e programmatore svogliato

"Io sono colui che sono" è una frase non solo tradotta male, ma una tautologia ben lontana dalla visione originaria.


RIcordo un capitolo di "perchè non possiamo essere cristiani(e meno che mai cattolici)" di Odifreddi, dove egli spiegava che le traduzioni della bibbia non rendevano giustizia ai significati intrinseci del testo ebraico, infatti la traduzione migliore sarebbe "io sono colui che è stato e sarà" in quanto nel testo origlnario, ci si riferisci a questa frase con solo 4 caratteri(YHWH) che sono riconducibili ai tempi verbali ebraici.



Pag 14 di "perchè non possiamo essere cristiani(e meno che mai cattolici)" di PierGiorgio Odifreddi.
P.S. avrei voluto citare un'altro pezzo che diceva che le traduzioni erano state contaminate dalla filosofia greca durante le prime traduzioni, ma ahimè non trovo il brano.


[...]

A proposito di ambiguità o confusione, nessuna è maggiore di quella relativa ai

nomi di Dio fumosamente rivelati a Mosè dal roveto ardente47. Anzitutto, infatti, il
roveto o chi per esso emette il famoso pronunciamento ehyeh asher ehyeh, che è stato
tradotto, a seconda dei casi, come «Io sono ciò (o colui) che è», «Io sono ciò (o colui)
che sono», «Io sono ciò (o colui) che sarò», «Io sarò ciò (o colui) che sarò», e così
via, e interpretato come «Io sono immutabile», «Io sono eterno», «Io ci sarò sempre»,
«Io sono in divenire», «Io non ci sono ancora», e così sia.
Subito dopo egli aggiunge di essere «Io sono» o «Io sarò», a seconda delle
traduzioni. E poi, infine, svela di chiamarsi Jahvé, e che quello «è il mio nome per
sempre, il titolo con cui sarò ricordato di generazione in generazione». Naturalmente
precisa anche di essere «il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe», benché loro non
abbiano mai saputo il suo vero nome, e lo chiamassero invece Shaddai,
“Onnipotente”48. Forse per rimettere un po’ d’ordine in questo caos, una delle teorie
sul tetragramma Yhwh propone che esso sia una composizione delle consonanti dei
tre tempi verbali del verbo essere: hayah (fu), howéh (è), yehyéh (sarà). La
vocalizzazione YaHoWeH (Iaoue) sarebbe dunque una contrazione di “fu-è-sarà”,

più o meno un “Fu-erà”, e il significato qualcosa come “Essere”.

[...]

 12/06/2014 19:48:36
Questo utente si è disattivato
Alerage, Ciao. Cambia poco. Stai girando attorno al problema.
 11/07/2014 19:53:41
eddymattei

eddymattei2025

Consulente InformaticO

Ciao

Trovo le affermazioni di Odifreddi molto semplicistiche. Ogni traduzione pone dei problemi, ad esempio "off the box" è piuttosto complicato da rendere in italiano.

Inoltre l'eventuale influenza di questa o di quella cultura sulla traduzione è motivo del lavoro che sempre si è fratto sulle Scritture. Infatti nel tempo esistono diverse traduzioni: io ho la CEI, la TOB, la Bible de Jerusalem....

 29/07/2014 15:56:48
Alerage

Alerage24849

musicista fallito e programmatore svogliato

in risposta a ↑

eddymattei, la difficoltà del tradurre non dà il diritto di collegare cose non consone al testo, di fatti i greci traducendo per primi i testi biblici, hanno reso il "fu-è-sarò", una tautologia referente a discorsi metafisici del tutto estranei alla bibbia . . .

Ad ogni modo qualsiasi traduzione(della bibbia) non sarà mai fedele al 100% perchè oltre al significato letterale, ci sono significati interpretati tramite la cabala, ergo le interpretazioni sono anche fin troppe, per questo esistono le versioni interlineari da cui si può trarre una propria interpretazione, ma a cui possono mettere mano solo esperti d'esegesi, persone che conoscono la lingua interlineata o comunque individui con una certa cultura e pazienza.



P.S. sono ateo, non credo in nessun concetto religioso, lo dico solo per schivare l'idea che io creda alla cabala o anche solo a qualche concetto direttamente o indirettamente collegato.


 29/07/2014 16:34:07
I greci immaginavano che tutto ciò che si vede e noi stessi fosse da sempre e per sempre , ne uomo ne dio ha fatto questa terra ma sempre fu e sarà  ( eraclito ) Gli dei erano rappresentazioni di virtù o vizi umani a loro era concessa la pazzia , cioè la capacità di vivere usando tutte le potenzialità della psciche mentre l'uomo si era emancipato ed usava la ragione , vista come un piccolissima isoletta all'interno del mare della psiche. Questa isoletta , era egos , cioè l'io , la nostra presunta identità. Tutto era governato dal fato inteso non come destino ma necessità. L'uomo non ear il centro di tutto ma un prodotto non immaginava di poter possedere la terra ma di esserne posseduto. Fanno dire al cristo " io sono colui che sono" perché era l'unica frase possibile per una divinità che avesse , come il dio ebraico , attributi assoluti. Se avesse aggiunto qualcosa al sono , qualunque cosa , non sarebbe più stato un dio , perché diventava determinato , definito cioè avente attributi conosciuti e conoscibili , quindi  esistente e quindi soggetto al tempo , un dio minore o delle dodici tribu. Usando sono e basta si identifica come essere , ed in quanto tale senza attributi non ha più senso parlare di esistenza , un essere quindi non conoscibile dall'uomo , non esistente e sottratto al tempo.  Siamo vicini all'essere senza nome degli induisti o all'essere degli esistenzialisti entrambe negano il concetto di dio , se per dio si intende un essere che crea , si interessa delle vicende umane , ha sentimenti e virtù ecc. una divinità che avesse anche una sola di queste caratteristiche non sarebbe più un dio nel senso dell'essere perché l'essere appunto è e basta , in quanto tale non è nominabile ne conoscibile ne rappresentabile , non ha progetto ne intenzioni ne nulla di quanto umanamente pensabile. Questo essere i greci lo immaginavano avente la capacità di apparire , cioè essere con attributi definiti , nel tempo , cioè quello che noi chiamiamo mondo è un'apparizione di infiniti enti che fanno parte dell'essere che in quanto tale non può apparire. E' una visione che non ha bisogno di divinità da adorare , da un senso a tutto ma non piace agli uomini perché cercano la salvezza dai mali e dalla morte , il dio quindi dei cristiani è un'invenzione dell'uomo che teme la morte e vuole che ci sia qualcuno che lo rassicuri e che gli dica che non morirà.
 13/06/2014 08:39:57
Dire io sono Domenico, Giovanni...Francesco...definisce una cosa finita ...limitata da tempo e spazio...dire io sono Colui che sono...meglio ancora...Io Sono...HA SENSO UNIVERSALE...SENZA TEMPO NE SPAZIO, NON LIMITATO...L'IO SONO SEMBREREBBE SIGNIFICARE...IO SONO è il nome di Dio...Gesù si dà lo stesso appellativo...
 10/07/2014 07:50:55
Questo utente si è disattivato

Ecco una risposta alla domanda su cosa sia l'Essere, che mi sembra molto buona.



E' tratta dal capitolo II, Le Divisioni dell'Essere, paragrafo 1 (Trascendentali) del saggio di A.D.Sertillange << La Filosofia di San Tommaso d'Aquino>>.


CITO: <<L' Essere è ciò che è (cuius actus est esse): non possiamo definire con qualche cosa di anteriore l'idea che di tutte è la prima. Secondo la scuola tomistica, l'Essere è il primum cognitum, nel senso che nulla può essere conosciuto dall'intelletto - nemmeno IL NULLA- se non in dipendenza di questa idea iniziale che, alla maniera di un vago e confuso ricettacolo, serra e raccoglie tutte le altre>>



 11/07/2014 19:56:24 (modificato)

QUAG SI IMPEGNA A PROTEGGERE LA TUA PRIVACY

Cookie

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Accettando questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.
Vedi il documento in dettaglio »


La presente informativa descrive “che cosa sono i cookie” e quali sono i tipi di cookie utilizzati da Quag nel proprio sito Web.

Che cosa sono i cookie?

Un “cookie” è un file di testo che i siti Web inviano al computer o a un altro dispositivo connesso a Internet del visitatore, per identificare univocamente il browser del visitatore stesso o per salvare informazioni o impostazioni nel browser.

Quag utilizza i cookie nel proprio sito Web?

Quag utilizza i cookie per migliorare il proprio sito Web, per fornire servizi e funzionalità agli utenti, per proporre contenuti e pubblicità in linea con gli interessi del singolo utente. È possibile limitare o disattivare l’utilizzo dei cookie tramite il proprio browser Web, tuttavia, in questo caso, alcune funzionalità del nostro sito potrebbero diventare inaccessibili.

Quali sono tipi di cookie utilizzati da Quag?

Cookie essenziali
Questi cookie sono essenziali per consentire all’utente di navigare nel Sito e utilizzare tutte le sue funzionalità. Senza questi cookie, che sono assolutamente necessari, non saremmo in grado di fornire alcuni servizi o funzioni e la navigazione sul Sito non sarebbe agevole e facile come dovrebbe essere.

Cookie funzionali
Questi cookie consentono al sito Web di ricordare le scelte effettuate dall’utente al fine di ottimizzare le funzionalità. Ad esempio, i cookie funzionali consentono al sito Web di ricordare le impostazioni specifiche di un utente.

Cookie analitici
Questi cookie consentono di raccogliere dati sull’utilizzo del sito Web da parte dell’utente, compresi gli elementi su cui si fa clic durante la navigazione, al fine di migliorare le prestazioni e il design del sito stesso, ci aiutano inoltre a comprendere ogni difficoltà che l’utente può incontrare nell’utilizzo del Sito. I cookie in questione sono utilizzati esclusivamente per le finalità correlate alla gestione del nostro sito Web.

Cookie di profilazione
I cookie di profilazione vengono utilizzati per analizzare gli interessi e le abitudini di navigazione dei singoli utenti, per personalizzarne la navigazione, per proporre contenuti, anche pubblicitari, in linea con gli interessi dell’utente.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti possono essere sia tecnici che non tecnici, e vengono utilizzati per migliorare l’esperienza di utilizzo del sito da parte dell’utente, per proporre contenuti in linea con gli interessi dell’utente, per pubblicità di potenziale interesse per il singolo utente. I cookie possono essere erogati direttamente dal gestore del sito sul quale si sta navigando (cookie di prima parte) o, nel caso il sito si appoggi a servizi esterni per particolari funzioni, da terzi (cookie di terze parti).
Quag utilizza cookie sia tecnici che non tecnici, anche di terze parti, al fine di migliorare l’esperienza di utilizzo da parte dell’utente, ad esempio secondo il browser utilizzato, selezionando la tipologia dei contenuti visualizzati, proponendo pubblicità in linea con gli interessi per il singolo utente.
Se ti trovi sul sito Quag e visualizzi il banner informativo dell’esistenza dei cookie, accettandolo acconsenti all’utilizzo dei cookie descritti nella presente informativa e implementati nelle pagine del sito Quag.

Come si disattivano o si rimuovono i cookie?

E’ possibile disabilitare le funzioni dei cookie direttamente dal browser che si sta utilizzando, secondo le istruzioni fornite dai produttori.
La maggior parte dei browser permette di impostare regole per gestire i cookie e offre così agli utenti la possibilità di un controllo della privacy, negare la possibilità di ricezione dei cookie, modificare le scelte fatte. Di seguito sono riportate le indicazioni per la gestione dei cookie tramite le impostazioni dei principali browser, facendo ctrl+click sul nome del browser si verrà mandati alla pagina con le relative istruzioni:

Cookie di terze parti utilizzati da Quag
Durante la navigazione su Quag possono essere rilasciati cookie tecnici e non gestiti da terze parti, per finalità tecniche, statistica, per l’erogazione di pubblicità. Questi cookie sono gestiti esclusivamente da terze parti. Si riportano qui di seguito le terze parti coinvolte, i link ai loro siti e alle loro politiche di gestione dei cookie, con indicazione delle relative finalità.

Google Analytics - Cookie statistici
Cookies policy di Google

Google AdSense e DoubleClick (Google Inc.) - Cookie di profilazione
Cookies Policy in Advertising - OptOut

Newrelic e nr-data.net – cookie tecnici
Privacy Policy Newrelic

Facebook - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Facebook

Twitter - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Twitter

Linkedin - Cookie di profilazione
Cookies Policy di Linkedin

embed.ly - Cookie tecnici
Privacy Policy di Embed

Per ulteriori informazioni sulla pubblicità comportamentale e per sapere come attivare o disattivare singolarmente i cookie e avere indicazioni sui software di gestione dei cookie, è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.youronlinechoices.com/it/

Per sapere come attivare o disattivare la profilazione pubblicitaria sulle applicazioni mobile è possibile fare riferimento a questo indirizzo:
http://www.aboutads.info/appchoices

Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati personali degli utenti da parte di Quentral possono essere consultate nella Informativa Privacy.


Questo sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.


Loader